RICERCA IMMOBILE

Per comprare

Ogni scelta ha i suoi pro e contro, che vanno attentamente valutati. Un buon consiglio, la valutazione di un occhio esperto, per chi voglia acquistare possono valere anche decine di milioni!
Ecco perché in campo immobiliare il fai da te è decisamente sconsigliabile. Le variabili in campo (prezzo, condizioni dell'immobile, caratteristiche abitative, ecc.) sono tali che non si può decidere emotivamente (mi piace, non mi piace). È necessario un ragionamento preciso e meticoloso che parte dai desideri e giunge al migliore equilibrio tra offerte di mercato e potenzialità d'acquisto. Il percorso di compravendita si articola in diversi passi successivi; prende avvio con la proposta irrevocabile d'acquisto e termina con la firma del rogito.
Le fasi di una procedura d'acquisto sono:

Scelta opzioni

Proposta d'aquisto
PreliminareDopo l'individuazione dell'immobile da acquistare, l'agente immobiliare sottopone al futuro acquirente la proposta d'acquisto. Questo documento svolge la funzione di "prenotazione" per poter concludere il contratto preliminare con il proprietario dell'immobile stesso. Spesso è chiesto anche il versamento di un deposito cauzionale a garanzia dell'effettiva volontà contrattuale di acquistare l'immobile. In caso di mancata accettazione della proposta da parte del venditore, il mediatore è tenuto alla restituzione del deposito cauzionale ricevuto.

Preliminare
Una volta che la proposta d'acquisto è stata accettata dal venditore nei tempi previsti si arriva alla stipula del preliminare di compravendita o compromesso. Si tratta di un atto privato in cui le parti stabiliscono, dichiarano e sottoscrivono reciprocamente la volontà rispettivamente di vendere ed acquistare alle condizioni indicate nel compromesso stesso. PreliminareEcco perché la stesura del documento è molto importante e deve essere affidata ad un professionista del settore che tutelerà i reciproci diritti delle parti, senza zone buie.

Gli elementi fondamentali che costituiscono un compromesso sono: la descrizione dell'immobile, il prezzo dell'immobile, le modalità di pagamento, l'importo della caparra che si intende versare, la data dell'atto notarile. È inoltre possibile fare inserire nel preliminare tutte le notazioni e puntualizzazioni che si ritengano più opportune. A tal fine consigliamo un incontro diretto fra le parti per la firma, ricordando alle stesse che non si deve mai firmare il compromesso in momenti diversi, ma contestualmente.

Mutuo

Il rogito è l'atto di vendita vero e proprio con il quale si formalizza il passaggio di proprietà dell'immobile sulla base di quanto stabilito nel preliminare di compravendita. La scelta del notaio che redigerà l'atto è una decisione che generalmente è rimessa all'acquirente, anche perché il più delle volte viene concordato con la banca alla quale si richiede il mutuo (e quindi il parallelo atto notarile d'ipoteca). Sarà il notaio stesso, in ragione dei suoi impegni a stabilire la data ufficiale dell'atto e chiamerà le parti per le firme. L'avvicinarsi di questo appuntamento (soprattutto per l'acquirente) crea sempre qualche preoccupazione, ma quando il notaio "chiama" significa che tutti i documenti sono a posto e non vi è più nulla da temere.

Il rogito si svolge nello studio del notaio ed è un atto ufficiale: ascolterete come il notaio leggerà con attenzione le parti costituenti l'atto, chiedendo alle parti se sono concordi. Successivamente si procederà alla raccolta delle firme.

Da quel momento in poi la parte acquirente assume a tutti gli effetti la proprietà e gli oneri dell'immobile. È utile che al momento del rogito la parte venditrice consegni le chiavi, ed i locali siano stati liberati. Diversamente nell'atto dovrà essere espressamente indicata la data di consegna dei locali.

Noi Planet | Servizi | News | Notizie Utili | Cookie Policy
2016 © Planet immobiliare S.r.l. P.iva 03689610966
Top